10 set 2019 ID: 187341

Honda annuncia ulteriori piani sul percorso di elettrificazione in Europa

Honda annuncia ulteriori piani sul percorso di elettrificazione in Europa
  • Honda ha annunciato i prossimi passi della sua “Visione Elettrica” per il mercato europeo
  • Debutto della versione di serie di Honda e
  • Confermata la sola motorizzazione ibrida per la Jazz di nuova generazione
  • Ulteriori dettagli sui sistemi di gestione dell’energia sviluppati per il mercato europeo, disponibili a partire dal 2020

Sono numerosi gli annunci fatti da Honda al Salone di Francoforte, dove ha fornito maggiori dettagli sulla “Visione Elettrica” messa a punto per il mercato europeo.

La “Visione Elettrica” rappresenta l’obiettivo di commercializzare nel mercato europeo, entro il 2025, esclusivamente modelli con tecnologia elettrificata. Il primo passo di questo percorso è stato il lancio del CR-V Hybrid all’inizio del 2019, seguito dalla presentazione del prototipo di Honda e al Salone di Ginevra lo scorso marzo. Ora finalmente, a Francoforte, la versione di serie di Honda e ha fatto il suo debutto ufficiale.

Katsushi Inoue, Chief Operating Officer e Presidente di Honda Motor Europe, ha commentato: “Oggi, con l’anteprima mondiale della versione di serie di Honda e, la “Visione Elettrica” di Honda per il mercato europeo ha compiuto un ulteriore balzo in avanti. Honda e è una City Car unica in perfetto stile Honda, grazie alle straordinarie prestazioni ed agli avanzati livelli di connettività”.

Durante la prima apparizione di Honda e, il Vicepresidente Senior di Honda Motor Europe, Tom Gardner, ha colto l’occasione per divulgare maggiori informazioni sulla prossima novità prevista dalla Casa Giapponese: “Nel 2020, Honda introdurrà la Jazz di nuova generazione e possiamo confermare che, in Europa, il modello sarà dotato della tecnologia ibrida. In linea con i nostri obiettivi di elettrificazione, questa motorizzazione sarà la sola disponibile per il mercato europeo”.

La “Visione Elettrica” di Honda, però, non si limita alle auto. Al Salone di Ginevra, Honda aveva confermato l’intenzione di entrare nel mercato elettrico con una serie di sistemi per la gestione dell’energia e della ricarica di prodotti EV. A Francoforte, la Casa Giapponese ha previsto delle dimostrazioni pratiche per far conoscere il funzionamento delle nuove tecnologie sviluppate a supporto della ricarica di vetture elettriche, pensate anche per quei clienti che non dispongono di un’area privata o di parcheggi dedicati ai veicoli EV.

Honda Power Charger

Per gli utenti che hanno la possibilità di ricaricare la City Car in aree private, Honda lancerà il Power Charger, un sistema in grado di offrire un ottimale attacco CA che si può montare a parete o su piedistallo e offre un output massimo di 7.4 kW (monofase) o 22 kW (trifase). Ciò permetterà ai proprietari di Honda e di fare una ricarica completa in 4,1 ore*, con un’alimentazione a 32 Amp. Tempi decisamente più rapidi rispetto a una presa standard.

Soluzione per la ricarica in città, in collaborazione con Ubitricity

Una delle difficoltà di chi è al volante di un'auto elettrica in contesti urbani è la carenza di colonnine di ricarica. Per superare il problema, Honda, in collaborazione con gli specialisti Ubitricity, ha sviluppato un’intelligente soluzione di approvigionamento energetico.

Tale tecnologia prevede l’integrazione dei punti di ricarica direttamente nei lampioni dell’illuminazione stradale e l’uso di un apposito cavo, dotato di contatore digitale, per associare i costi di ricarica al cliente, che non dovrà così sottoscrivere contratti con più fornitori.

Honda Power Manager Prototype

Honda Power Manager Prototype rappresenta il primo sistema bidirezionale che collega i veicoli a una rete elettrica intelligente. Questa tecnologia "vehicle-to-grid" consente la raccolta e la distribuzione di energia elettrica tra i veicoli elettrici e la rete per bilanciare in modo innovativo la domanda e l'offerta di energia e sfruttare al meglio le fonti rinnovabili.

Lo sviluppo di queste funzioni di ricarica integrerà ulteriormente i veicoli elettrici con le reti elettriche esistenti, consentendo all'energia immagazzinata nella batteria del veicolo di alimentare il fabbisogno domestico o di essere reimmessa nella rete energetica in periodi di forte richiesta. La batteria del veicolo può quindi essere alimentata in periodi in cui la domanda è più bassa, nei limiti desiderati dall’utente.

Honda ha sviluppato questa tecnologia con gli specialisti di ricarica bidirezionale EVTEC. La sperimentazione continuerà fino alla futura commercializzazione, a partire dall’inizio del 2020.

Presso lo stand Honda, avverrà una dimostrazione del funzionamento del sistema di immagazzinamento intelligente dell’energia, mostrando come sia possibile conservare in modo efficiente l’energia generata da fonti rinnovabili per poi sfruttarla per l’utenza domestica o rivenderla al gestore e offrire potenziali opportunità di guadagno ai proprietari di auto elettriche.

Basti pensare che un progetto sperimentale è stato già avviato a Londra, dove alcune unità EVTEC sono state messe a disposizione delle autorità locali. L’energia viene usata per caricare le auto elettriche e fornire elettricità agli edifici o, all’occorrenza, rivenduta al gestore locale.

Piani di commercializzazione

A Francoforte, Honda ha confermato di voler commercializzare i primi servizi in questo ambito nel 2020, in concomitanza con il lancio della Honda e. Germania e Regno Unito saranno i Paesi apripista, a cui seguiranno altri mercati europei.

* Durata calcolata in base all’aspetto della spia di ricarica sul cruscotto.

 

22 Numero totale articoli
Non è disponibile alcun media
19 Immagini correlate
3 Video correlati
Contatti per i media